Nate con la Camicia: un capo d’abbigliamento senza tempo e senza limiti

Eterna, immortale, sexy e impeccabile al tempo stesso e sicuramente intramontabile: è lei, la camicia bianca.

Uno dei capi sicuramente più iconici e democratici: è sempre bella sia da uomo che da donna!

La sua origine viene fatta risalire alle tuniche degli Antichi Romani, anche se il termine Camicia ci deriva da “camis” con cui i crociati indicavano le tuniche con le maniche cucite dei Persiani. Dal 1300 in poi la camicia si diffonde anche in Europa ed in Italia, fino al 1500 quando iniziano a diffondersi anche camicie con pizzi, rouge e colli plissettati.

All’inizio del 1900 Coco Chanel sostituisce i corpetti con la camicia: è l’inizio dell’emancipazione femminile!

Dopo la Seconda Guerra mondiale ci penserà Dior a proporla in chiave lussuosa e poi icone come Grace Kelly ed Audrey Hepburn contribuiranno ad aumentarne la fama.

 

 

E’ genderless è classica e sempre contemporanea: insomma è quasi impossibile non averne una nel guardaroba, ed è veramente uno spasso abbinarci tantissimi accessori.